ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

3 gennaio 2017

Crostatine ai mirtilli e la frolla anti-disastro!


Siamo tutti in overdose da dolci in questi giorni anche se sinceramente a me questo "stato" dura molto poco. Stamattina infatti mi è sorta una voglia improvvisa di rimettermi all'opera dopo ben un giorno di assenza dai fornelli e, soprattutto, dal mio amato forno! 
In realtà mi son messa all'opera già ieri pomeriggio, approfittando di una bella pace in casa e del giorno di festa. Poi era il primo giorno dell'anno nuovo e volevo inaugurare il 2017 con una ricettina nuova, dolce e allo stesso tempo semplice. Di quelle che poi vengono utili tutto l'anno. Le crostatine mi sono sembrate perfette. Così ieri ho preparato la frolla e stamattina ho finalmente riacceso il forno! 

Molti di voi avranno i bambini a casa da scuola e in questi giorni avrete il vostro bel da fare ad impegnare le loro ore evitando possibilmente che si annoino o passino troppe ore davanti alla TV. Mettersi in cucina con loro a pasticciare credo sia una delle soluzioni migliori, non credete? 

Per questa ricetta ho scelto una frolla diversa da quella che utilizzo solitamente (che trovate qui). L'ho trovata da Simona ed è da un bel po' che volevo provarla. La differenza rispetto alla mia classica frolla è che questa risulta molto più morbida da cruda e, vista la presenza di un pochino di lievito, anche una volta cotta. Una volta impastata e avvolta in pellicola alimentare va dritta in frigo per minimo 4 ore (diversamente non riuscirete a stenderla e non terrebbe la forma in cottura perché davvero troppo morbida). Si vabbè ma qual è il vantaggio di questa ricetta allora? Il grosso vantaggio sta nel fatto che, dopo il riposo, è una pasta molto elastica, che si stende facilmente e non si rompe appena tentate di rivestire lo stampo. È adatta quindi anche a crostate uniche grandi. E ad essere lavorata anche da mani poco esperte! 

Ero scettica sulla facilità di lavorazione vista la mia propensione a fare pasticci con la frolla. E invece mi son dovuta ricredere: questa frolla è davvero fantastica. Facilissima e golosa. Non poteva non essere mia! 
Ho utilizzato una confettura di mirtilli, ma potete sbizzarrirvi con quella che preferite, o con creme, Nutella, cioccolato, ecc.


INGREDIENTI 
(Per 12 crostatine o una crostata grande da 24/26 cm di diametro)

330 g di farina 00
165 g di burro morbido (a temperatura ambiente)
1 uovo intero medio
2 tuorli piccoli
130 g di zucchero semolato
1/2 cucchiaino raso di lievito per dolci
Buccia grattugiata di un limone o di un'arancia
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (facoltativo)
1 pizzico di sale

Confettura di mirtilli per il riempimento
Zucchero a velo per finitura (facoltativo)

PROCEDIMENTO
- Montare il burro, lo zucchero, gli aromi ed il pizzico di sale con l'aiuto di fruste elettriche o planetaria fino ad ottenere un composto cremoso e gonfio.
- Aggiungere le uova, una per volta, continuando a mescolare e unendo il successivo solo quando il precedente è stato assorbito bene. 
- Quando il composto sarà liscio e senza grumi fermare le fruste e unire la farina, precedentemente setacciata insieme al lievito, in una sola volta. Mescolare a mano con una spatola fin quando l'impasto non starà assieme. 
- Trasferire l'impasto su una spianatoia infarinata e lavorare il minimo necessario a formare un panetto uniforme che si stacchi dalle mani. Se necessario aiutarsi con poca farina.
- Avvolgere il panetto ottenuto nella pellicola alimentare e riporre a riposo in frigo per minimo 4/6 ore (io una notte).
- Quando volete proseguire, prelevate il panetto dal frigo e lavoratelo velocemente su un piano freddo (marmo o tappetino in silicone - meglio evitare il legno che lo scalderebbe troppo) leggermente infarinato. Stendere con un mattarello infarinato anch'esso ad uno spessore di circa 4 mm. 
- Ricavare dei cerchi (con un taglia-biscotti o coppa-pasta) adatti a rivestire le vostre formine per crostatine. 
- Disporre quindi le basi sugli stampini, premendo leggermente con le dita per far aderire la pasta  a fondo e bordi.
- Procedere quindi a riempire le crostatine con la confettura. Ne bastano un paio di cucchiaini per ognuna.
- Con gli avanzi di pasta, reimpastati velocemente, ritagliare delle forme a piacere che andranno a finire la superficie di ogni crostatina. 
- Impostare il forno a 170º e nel frattempo che si raggiunge la temperatura riporre in frigo le crostatine.
- Infornare in forno ormai caldo per circa 25-30 minuti o comunque fino a quando il bordo delle crostatine sarà di un bel colore dorato.
- Sfornare e far raffreddare completamente prima di cospargere con zucchero a velo e servire.


NOTE
Il riposo in frigo è essenziale per rendere lavorabile l'impasto e far mantenere la forma alle vostre crostatine. 
- Ovviamente per il riempimento potete scegliere la vostra confettura preferita o una crema adatta alla cottura in forno. Potete anche scegliere di cuocere le basi "in bianco" e riempire poi a freddo i gusci di frolla. In questo caso si procede coprendo le crostatine crude (a cui avrete bucherellato il fondo con i rebbi di una forchetta) con carta forno e successivamente si inseriscono legumi secchi o gli appositi pesi per la cottura in bianco. Questi fanno sì che la frolla non gonfi eccessivamente e che il guscio mantenga così la sua forma. Si inforna per 20 minuti circa (fino a quando i bordi iniziano a colorire), si sfornano e si tolgono carta forno e pesi. Si infornano nuovamente per altri 10 minuti circa per completare la cottura anche della base. Una volta cotte si sfornano e si procede al riempimento. 

Colgo l'occasione per augurare a Voi che passate da qui un 2017 sereno, proficuo e dolcissimo! 
Buon anno! Elena