ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

19 marzo 2016

Crema pasticcera

(Ricetta classica)


Vi ho già scritto della crema pasticcera, parlando di bignè o del riempimento di una golosa crostata. Poi vi ho anche raccontato della comodità di poterla preparare in pochi minuti al microonde.

Vi chiederete quindi: perché un nuovo post? Sto cercando di mettere un po' di ordine in questo spazio, il mio blog, che piano piano inizia a prendere forma. Vorrei rendere il più immediata possibile la ricerca per voi che capitate da queste parti e magari cercate una ricetta in particolare. Mi sono ripromessa tra le altre cose di raccogliere, in una pagina dedicata, tutte le preparazioni base che sono solita utilizzare e che credo meritino attenzione.
E tra queste non poteva di certo mancare la regina di tutte le creme.
Il più delle volte utilizzo il microonde, ma il metodo classico rimane sicuramente
il più affidabile e poi, vuoi mettere la soddisfazione di vederla addensare sotto i tuoi occhi?

Quindi eccola qui, la ricetta che utilizzo per la crema pasticcera. Il metodo è quello del Maestro Montersino. Io a furia di prove sono riuscita a ridurre leggermente la quantità di tuorli senza andare a discapito della buona riuscita. Inserisco poi un po' meno zucchero. Ma questa è solo questione di gusti!


INGREDIENTI
(Per circa 800 g di crema)

400 g di latte intero fresco
100 g di panna fresca (o uguale quantità di latte)
120 g di tuorli (saranno circa 6)
120 g di zucchero (aumentabili fino a 150 g)
18 g di amido di mais
18 g di amido di riso (o uguale quantità di amido di mais)
1/2 bacca di vaniglia
Scorza di mezzo limone grattugiata 

PROCEDIMENTO 
Estrarre i semi della bacca e unirli allo zucchero, mescolando. 
Mettere la bacca vuota insieme al latte e alla panna sul fuoco.
Intanto che il latte si scalda montare i tuorli con lo zucchero vanigliato con le fruste fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Inserire anche gli amidi continuando a mescolare.
Quando il latte sta per bollire togliere la bacca e versare il composto di uova, che tenderà a rimanere tutto in superficie. Alzare la fiamma, NON GIRARE. Il latte inizierà a bollire. Quando al centro apparirà del latte mescolare con una frusta. In pochissimi istanti la crema inizierà ad addensarsi. Togliere dal fuoco e versare in un contenitore coprendo con pellicola a contatto (per non far formare la crosticina).

NOTA
L'ideale sarebbe far raffreddare la crema in un bagnomaria di acqua e ghiaccio, oppure in freezer dopo averla coperta con la pellicola a contatto.